I modellini dei miei paralumi

Modellino 1:5Modellino Craque Modellino Tralicci

Prima di realizzare un oggetto tridimensionale, che si tratti di una stazione di servizio o di un paralume, di una sedia o di uno stadio, l’architetto coscienzioso si diverte a realizzare un plastico, o un modellino.  E così ho fatto io, per mostrare quello che avevo in mente avrebbe realizzato i miei due paralumi.  Ho cominciato dalla carta extra-strong, sulla quale ho stampato il pattern tratto dalla foto della collezione “Sfascio” e dalla foto “Tralicci“.  Ho ottenuto un prisma a facce curve per “Craque”  in scala 1 a 5, che ho irrigidito con un foglio di acetato trasparente.  Ho usato del cavo sottile in acciaio,  di quello usato per le collane, due coperchi di barattoli da conserva, e un pezzo di cavo elettrico bianco.  Mi sono subito innamorata del risultato, soprattutto della bella illusione creata dalle foto, poi ho affidato la realizzazione a Paralumi Clood.  Più o meno lo stesso è stato per “Tralicci”, che è un modellino in scala 1 a 10.  Le foto rendono bene l’idea,  e la conferma è data dai prototipi che ora sono realizzati.

Che ne dici?