Macro di ghiaccio

I romani se la ricorderanno così, perché quella del 2012 è stata davvero una nevicata eccezionale. Non solo per la meraviglia della copertura candida che ci ha sorpresi tutti il 4 febbraio, un sabato mattina, ma anche perché, a due giorni di distanza la neve non si è ancora del tutto sciolta. Le pozzanghere che si ghiacciano durante la notte, osservate al mattino presto offrono all’obiettivo macro uno spettacolo affascinante. Il ghiaccio si struttura secondo forme strabilianti.

Senza la memoria delle lastre di ghiaccio che mi stupivano tanto quando andavo a scuola a piedi, da piccola, non mi sarebbe mai venuto in mente di alzarmi prestissimo domenica mattina e andare subito, armata di obiettivo macro,  a cercare meraviglie in uno sgangherato campo di terra battuta vicino casa, pieno di pozzanghere.

Che ne dici?